Scuola Shenker Kids

Scuola Shenker Kids Roma, viale Algeria

Il progetto per la sede romana dell’istituto Shenker per l’insegnamento della lingua inglese ai bambini, era nato come definizione di un prototipo da estendersi a livello nazionale su spazi e programmi di diverse dimensioni e complessità. Il programma didattico Shenker Kids, era basato sull’idea di un’aula nella quale cambiasse l’attività ogni quindici minuti nell’arco di un’ora. Danza e canto, pittura murale, proiezioni audio visive, artigianato diventavano il pretesto per insegnare l’inglese in modo pratico e intuitivo. Alla fine del corso l’aula doveva diventare un piccolo teatro per la recita dei piccoli. Inoltre l’accesso all’aula doveva avere una sorta di spazio in-between, come guardaroba e dove i parenti potessero guardare inosservati lo svolgimento del tutto. Una volta definito lo spazio di aule e servizi, il tema era il progetto di un arredo adatto a comparire e sparire o trasformarsi a seconda dell’attività temporanea. Il tutto gestibile dai bimbi in modo facile come una specie di gioco interattivo. Dunque gli elementi dell’arredo: una parete con fasce per disegnare ed esporre, dei tavolini pieghevoli da poter appendere a muro, dei puff per le sedute, un armadio attrezzato per l’insegnante, un pavimento in pvc a disegno per tracciare gli spazi dell’aula, il tutto colorato e morbido. All’esterno uno “spelling garden” estendeva alle attività botaniche e all’aperto le attività di apprendimento.